CollegArt

Nasce CollegArt, con lo scopo di «promuovere, sostenere e vigilare su tutte le iniziative, attività ed interventi riguardanti l’ex collegio dei Gesuiti».  L’associazione, che trae origine dal comitato Pro Collegio dei Gesuiti di Catania costituito nel 2011 da ex studenti ed ex docenti dell’Istituto Statale d’Arte di Catania, si prefigge di tutelare «l’identità storica dell’edificio e la sua memoria, esempio di culla dell’arte catanese e … Continua a leggere

Si chiama Umberto Boccioni (3)

Catania, Chiesa di Santa Maria dell’Ogninella Dopo tutto Umberto Boccioni è sì diventato un giovane uomo a Catania, ma è nato da genitori romagnoli a Reggio Calabria, è vissuto a Forlì e a Genova e ha trascorso gran parte della fanciullezza e dell’adolescenza a Padova, la città che ancora marca alcune sue schioccanti esclamazioni, dove vivono la madre Cecilia e … Continua a leggere

Si chiama Umberto Boccioni (2)

  Umberto Boccioni La Risata 1911 olio su tela, 145 x 110 cm New York, Museum of Modern Art   Di carattere abbastanza chiuso, di modi aspri, Umberto sorride raramente. Però sa ridere di cuore. Anzi talvolta scoppia in risate contagiose. E forse sono anche queste schiarite di allegria che gli aprono l’animo degli amici, alcuni dei quali parteggiano per … Continua a leggere

Umberto Boccioni a Catania…

Umberto Boccioni Autoritratto 1908 olio su tela, 70 x 100 cm  Milano,Pinacoteca di Brera   Sul finire degli anni Novanta, nella città etnea approdava un giovane destinato a essere tra i principali protagonisti del Futurismo. Giunto a Catania nel 1898 al seguito del padre, impiegato di Prefettura, Umberto Boccioni[1] ne apprezzò subito il clima mite. «Tu domandi se arriva la … Continua a leggere

Le pudenda dello Stallone

Francesco Messina, Stallone, 1969-1991 bronzo, cm. 152 x 280 x87 Catania, piazza Vittorio Emanuele     Le pudenda di un cavallo suscitano scandalo! La nudità genitale di un bronzo offende il comune senso del pudore! Accade a Catania, una città sfregiata da mala amministrazione e offesa da cattivo gusto, l’una impunita e l’altro impudente.   Il cavallo impudico, che espone … Continua a leggere

L’Esposizione, Catania 1907

Catania, Palazzo dell’Esposizione, 1907     14 Aprile 1907. La II Esposizione Agricola Siciliana e Mostra Campionaria Nazionale è inaugurata a Catania alla presenza del Sovrano e delle massime autorità dello Stato.   Successiva alla I Esposizione svoltasi nel 1902 a Palermo ai piedi di Monte Pellegrino, la Mostra catanese nasce come rassegna dell’attività agricola e industriale dei produttori siciliani. … Continua a leggere

L’Annunziata di Antonello

Antonello da Messina, L’Annunziata, 1476 c. Palermo, Palazzo Abatellis   La Madonna guarda fuori dal dipinto, verso l’Arcangelo Gabriele. Chi guarda il quadro è chiamato ad entrare nella stanza della Vergine e ad intercettare il dialogo che lì si svolge tra la Vergine e l’Arcangelo. Il racconto è condensato in un fotogramma pittorico. L’estensione spaziale è limitata. Il campo spaziale … Continua a leggere

Giorno della memoria 2013

Shimon Balitzki, Partigiani ebrei nel ghetto di Varsavia, 1944/1974   La tregua   Sognavamo nelle notti feroci Sogni densi e violenti Sognati con anima e corpo: Tornare; mangiare; raccontare. Finché suonava breve sommesso Il comando dell’alba: «Wstawać» E si spezzava in petto il cuore.   Ora abbiamo ritrovato la casa, il nostro ventre è sazio, abbiamo finito di raccontare. È … Continua a leggere