Si chiama Umberto Boccioni (3)

Catania, Chiesa di Santa Maria dell’Ogninella Dopo tutto Umberto Boccioni è sì diventato un giovane uomo a Catania, ma è nato da genitori romagnoli a Reggio Calabria, è vissuto a Forlì e a Genova e ha trascorso gran parte della fanciullezza e dell’adolescenza a Padova, la città che ancora marca alcune sue schioccanti esclamazioni, dove vivono la madre Cecilia e … Continua a leggere

Si chiama Umberto Boccioni (2)

  Umberto Boccioni La Risata 1911 olio su tela, 145 x 110 cm New York, Museum of Modern Art   Di carattere abbastanza chiuso, di modi aspri, Umberto sorride raramente. Però sa ridere di cuore. Anzi talvolta scoppia in risate contagiose. E forse sono anche queste schiarite di allegria che gli aprono l’animo degli amici, alcuni dei quali parteggiano per … Continua a leggere

Le pudenda dello Stallone

Francesco Messina, Stallone, 1969-1991 bronzo, cm. 152 x 280 x87 Catania, piazza Vittorio Emanuele     Le pudenda di un cavallo suscitano scandalo! La nudità genitale di un bronzo offende il comune senso del pudore! Accade a Catania, una città sfregiata da mala amministrazione e offesa da cattivo gusto, l’una impunita e l’altro impudente.   Il cavallo impudico, che espone … Continua a leggere

Ancora Maria di Cleofa

  Michelangelo Merisi, detto “Caravaggio”, Deposizione nel sepolcro,1602-04 olio su tela, cm. 300×203 Città del Vaticano, Pinacoteca Vaticana   Nel corpo che occupa la larghezza del quadro, dall’orizzontale della testa e del tronco alla verticale del braccio e al triangolo delle gambe, si riconosce il Cristo. Il punto di vista, dal basso verso l’alto, coincide con la base della grande … Continua a leggere

24 aprile, Maria di Cleofa

Domenico Ghirlandaio, Visitazione, 1491 ca.tempera su tavola, 172 x 165 cmParigi, Musée du Louvre   Nella tavola, dipinta dal Ghirlandaio per la famiglia Tornabuoni, la scena è ambientata in un interno; le due protagoniste, la Madonna e Santa Elisabetta, sono al centro del dipinto, sullo sfondo di un paesaggio con edifici. Ai lati si vedono due donne: quella di destra, Santa … Continua a leggere

San Giorgio

Il 23 Aprile in Catalogna si celebra la festa di San Giorgio. Al santo cavaliere che salvò la principessa dal drago è dedicato questo dipinto di Paolo Uccello. E’ la prima versione di “San Giorgo e il drago”, realizzata  nel 1440 circa, e conservata a Parigi, Musée Jacquemart- André.

San Giorgio, patrono degli innamorati

Il 23 Aprile si festeggia “La giornata mondiale del libro”, proclamata in questa data dall’Unesconel 1995. La data è storica, perché il 23 aprile 1616 passarono a miglior vita l’inglese William Shakespeare, lo spagnolo Miguel de Cervantes e il peruviano inca Garcilaso de la Vega. La Giornata del Libro, nata in Spagna il 7 ottobre 1926 per commemorare la nascita … Continua a leggere